WebSeo
Cresce in Italia il divario tra ricchi e poveri, come riportano gli ultimi dati Eurostat....
WebSeo
2020-01-21 11:28:06
WebSeo logo

Blog

In Italia ricchi sempre più ricchi e poveri sempre più poveri: gli ultimi dati

  • photo

Numeri preoccupanti

Cresce in Italia il divario tra ricchi e poveri, come riportano gli ultimi dati Eurostat. Analizzando i valori del 2018 - da poco pubblicati - scopriamo infatti che il 20% della popolazione con reddito più elevato ha in media uno stipendio sei volte superiore rispetto al 20% di chi guadagna meno. Per essere precisi 6,09 volte superiore, contro il 5,92 del 2017. Il valore è in calo rispetto alla punta negativa toccata nel 2016, quando la moltiplicazione era di 6,27 volte.

Se prendiamo a riferimento le nazioni europee più popolose possiamo notare un trend inverso. In Italia la situazione è infatti in peggioramento, contrariamente a quanto avviene nel resto del continente. Per avere le idee più chiare, i dati per la Germania nello stesso periodo parlano di un forbice di 5,07 volte, Francia a 4,23, Regno Unito a 5,95 e Spagna a 6,03. Quest’ultima è in effetti pericolosamente vicina ai valori italiani, che non sono certo tra i migliori d’Europa, anzi.

Se infatti guardiamo i Paesi che hanno fatto peggio, l’Italia si trova al settimo posto (su 28 nazioni prese in esame). In prima posizione abbiamo la Serbia, con una differenza di ben 8,58 volte, seguita da Bulgaria (7,66 volte), Romania (7,21), Lituania, Albania, Lettonia e Macedonia.
Per quanto riguarda il territorio italiano, Sicilia, Campania e Calabria sono le regioni che se la passano peggio. Le prime due sono afflitte da un divario tra ricchi e poveri che raggiunge le 7,4 volte. Il Friuli Venezia Giulia, Veneto e Umbria si trovano invece sullo spettro opposto, fermandosi a un più dignitoso 4,1 per la prima, 4,2 per le altre due.

Se la situazione per il nostro Paese non appare quindi straordinaria, i consumatori italiani possono comunque far ricorso al mondo dei prestiti, che oggi offrono un gran numero di offerte vantaggiose per tutte le esigenze. Tra prestiti finalizzati e non finalizzati, cessione del quinto dello stipendio o della pensione e svariate agevolazioni (abbiamo parlato di recente del Bonus TV) mantenersi informati è la strada giusta per arginare i problemi macroscopici del nostro Paese.

ARTICOLI CORRELATI