WebSeo
Dal punto di vista di un istituto di credito, un pensionato dà parecchie sicurezze in più...
WebSeo
2019-12-03 09:50:17
WebSeo logo

Blog

Prestiti facili per i pensionati, anche per aiutare i figli

  • photo

Garanzie di stabilità

Dal punto di vista di un istituto di credito, un pensionato dà parecchie sicurezze in più rispetto a un lavoratore. Essenzialmente il pensionato non può “perdere il lavoro”, dunque potrà contare su introiti più o meno stabili, assicurati dallo stesso sistema pensionistico. Nonostante si parli di possibili crisi dell’INPS, a conti fatti è improbabile che le cose possano peggiorare e degenerare in modo irreparabile. Dovendo scegliere a chi erogare un prestito dunque, le banche considerano la condizione di pensionato come una garanzia dal peso notevole.

Questo è il motivo per cui banche ed istituti di credito tendono ad essere meno esigenti con i pensionati in fatto di prestiti. Tali istituti stipulano solo dei contratti assicurativi per tutelarsi in caso di decesso del contraente. Non ci sono comunque problematiche di rilievo legate all’età. Di solito si considera come limite per la stipula gli 80 anni del cliente, ma esistono svariate eccezioni.

Che si voglia far ricorso a un prestito o alla cessione del quinto della pensione, il denaro può essere impiegato in più modi, non necessariamente per se stessi. Ad esempio capita con una certa frequenza che i genitori vogliano aiutare i figli, magari nell’apertura di un’attività o saldare eventuali debiti. I giovani di oggi tendono infatti ad avere delle situazioni economiche più precarie di quanto non fossero per i loro genitori alla stessa età. Sono i tempi che cambiano, le cose che si complicano. I genitori pensionati possono però stipulare dei prestiti con una certa facilità.

L’INPS mette a disposizione una serie di programmi per prestiti post pensionamento. Sono piuttosto specifici, ciascuno riferito a una determinata categoria di lavoratore. Alternativamente ci consente la classica cessione del quinto della pensione con dei tassi agevolati. Se non volessimo rivolgerci all’INPS è possibile appoggiarsi comunque a diverse banche o istituti di credito. Quale che sia il caso, di norma il pensionato è tenuto a fornire minori garanzie rispetto al lavoratore, proprio in virtù del suo status “privilegiato”.

ARTICOLI CORRELATI